Presentata alla Camera risoluzione su temi chiave nella tutela dei diritti dei pazienti oncologici

È stata presentata un’importante risoluzione presso le Commissioni XI Lavoro e XII Affari Sociali della Camera dei Deputati grazie ai buoni uffici della coordinatrice dell’Intergruppo “Insieme per un impegno contro il Cancro”, l’Onorevole Silvana Comaroli. La risoluzione – le cui prime firmatarie sono Rossana Boldi ed Elena Murelli – verte sull’annoso problema dei permessi dei pazienti oncologici per le visite e gli esami strumentali ed impegna il Governo, in sede di negoziazione dei nuovi contratti collettivi di lavoro del pubblico impiego, ad estendere il periodo massimo dei permessi per l’espletamento delle visite, delle terapie, degli esami diagnostici seguendo le indicazioni del medico specialista curante. Il secondo impegno previsto è quello di una maggior tutela per i lavoratori del settore privato al termine del periodo di comporto, al fine di scongiurarne il licenziamento e prevedere un periodo di aspettativa parzialmente retribuita o non retribuita.

Sono previsti inoltre due adempimenti molto importanti in campo sanitario: il primo prevede un impegno per il Governo, anche attraverso accordi in seno alla Conferenza Stato Regioni, per assicurare un accesso uniforme e più rapido possibile ai trattamenti oncologici innovativi; il secondo invita a rafforzare il sistema della prevenzione e degli strumenti per garantire una diagnosi precoce delle patologie oncologiche.

CONDIVIDI SU