Editoriale a cura
di Annamaria Mancuso

Il 2017 sta per finire ed è tempo, prima del Forum del 29 novembre, di fare delle valutazioni. Abbiamo ragione di credere che l’anno in corso sia stato molto importante per il nostro progetto poiché ci ha visti sempre più attivi sul territorio con proposte concrete e tese alla ricerca di potenziali benefici per i pazienti. Proprio in questi giorni abbiamo incontrato il Presidente dell’AIFA Stefano Vella, che non è soltanto un dirigente della Pubblica Amministrazione ma anche uno scienziato di livello mondiale e di grande umanità, che ha al suo attivo numerose pubblicazioni. Vella ha apprezzato molto il nostro approccio ai problemi oltre a condividere gli obiettivi di fondo del progetto e la trasparenza nel perseguirli. Ha confermato che il fondo per i farmaci oncologici innovativi di 500 milioni è incardinato nel bilancio dello Stato in un capitolo di spesa specifico. Proprio in questi giorni inoltre il gruppo Lega Nord al Senato ha presentato un’interrogazione a risposta orale al Ministro della Salute (primo firmatario il Senatore Nunziante Consiglio) sull’attuazione del programma Guadagnare Salute, uno dei capisaldi del nostro progetto. Sappiamo della valenza di questo progetto e la nostra Commissione Tecnico Scientifica ci ha recentemente segnalato i dati di uno studio italiano sui benefici per la salute degli italiani che deriverebbero da un’attenta attuazione del programma sugli stili di vita, tenendo presente che le malattie cronico-degenerative provocano oltre l’80% dei decessi in Europa. I ricercatori stimano che, dei 175.603 decessi per tumore occorsi nel 2013 in Italia, più di 67.000, ovvero il 38%, sarebbero attribuibili a quei comportamenti sbagliati. Speriamo che la nostra interrogazione sia da pungolo per questo Governo e per quelli a venire al fine di dare spazio a questo programma di prevenzione veramente innovativo ed importante. Nel nostro Forum avremo modo di parlarne e cercheremo anche di tracciare una piattaforma programmatica valida per la prossima legislatura, finalizzata a creare condizioni migliori di presa in carico e di accesso alle cure per i pazienti onco-ematologici.

Anna Mancuso

CONDIVIDI SU