Approvata all’unanimità la legge sul Registro tumori

Con il passaggio alla Camera e il voto favorevole di tutti i 456 deputati presenti ieri in Aula, il disegno di legge sul Registro nazionale dei tumori è stato approvato in seconda lettura, diventando legge. Grande soddisfazione è stata espressa dal Ministro della Salute Giulia Grillo, che ha parlato di strumento strategico per la prevenzione grazie a dati certi e sempre aggiornati. La prevenzione passa infatti da una corretta fotografia dei riscontri epidemiologici, che andrà scattata con cadenza annuale.  Nel registro tumori confluiranno – entro il 20 aprile del 2020 – i dati raccolti dalle singole Regioni e questo costituirà un adempimento dei Livelli Essenziali di Assistenza. Per il raggiungimento delle finalità, la legge prevede inoltre la possibilità di accordi a titolo gratuito con tutti gli stakeholder del settore incluse le associazioni pazienti. Entro il 30 settembre di ogni anno il Ministro della Salute dovrà relazionare le Camere in merito all’attuazione della legge. Si tratta di un risultato importante incluso tra i punti dell’Accordo di legislatura siglato nell’ambito del progetto “La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere”: ora ci si auspica di poter contare su un autentico spirito di collaborazione fra Stato e Regioni.

http://documenti.camera.it/leg18/pdl/pdf/leg.18.pdl.camera.1354.18PDL0036100.pdf

 

CONDIVIDI SU