Ancora sulla Terra dei Fuochi: la Senatrice Paola Nugnes (Movimento 5 Stelle) chiede monitoraggio, bonifiche e informazione ai Ministri della Salute e dell’Ambiente

In un’interrogazione a risposta scritta rivolta ai Ministri della Salute e dell’Ambiente la Senatrice Paola Nugnes (Movimento 5 Stelle) fa presente la grave situazione epidemiologica relativa a tumori sviluppati dai residenti della cosiddetta “Terra dei Fuochi” così denominata a causa del fenomeno dei continui incendi di rifiuti illecitamente abbandonati o depositati in modo incontrollato; in questo contesto è stato acclarato un ulteriore fenomeno criminale, ossia la gestione e l’interramento illecito di rifiuti, anche di origine industriale, che ha destato legittime preoccupazioni dei cittadini di quelle zone in ordine ai pericoli per la salute.

In conclusione si chiede di sapere:
1) se i Ministeri interrogati non ritengano necessario adottare, nell’ambito delle proprie attribuzioni, gli opportuni provvedimenti finalizzati ai miglioramenti da attuare nell’ambito della prevenzione e dei percorsi terapeutico-assistenziali sull’intera popolazione nazionale, con particolare riguardo all’intera popolazione delle province di Caserta e Napoli;

2) se non considerino che sia opportuno richiedere agli enti preposti un report aggiornato su quali siano i siti sottoposti a interventi di bonifica ricadenti nel Piano regionale per le bonifiche e su quali terreni ricadano le limitazioni e i divieti di produzione agroalimentare;

3) se non ritengano opportuno assumere iniziative di competenza per razionalizzare il sistema di raccolta e analisi dei dati da inserire nel Registro tumori e chiarire in modo definitivo il nesso esistente tra l’inquinamento ambientale e l’aumento dei casi di tumore nei comuni rientranti nel territorio della Terra dei Fuochi;

4) quali azioni di competenza intendano intraprendere per intensificare il monitoraggio ed il controllo dello stato dell’inquinamento e quali azioni ritengano necessarie per individuare soluzioni strutturali finalizzate a ripristinare un corretto equilibrio dell’ecosistema dell’intera area compresa tra le province di Caserta e Napoli;

5) se non intendano adottare iniziative di competenza anche attraverso una campagna di prevenzione finalizzata a una maggiore informazione della popolazione adulta e a una più efficace valutazione di screening oncologici programmati;

6) se il Ministro della salute intenda sollecitare le ASL competenti affinché una particolare attenzione venga dedicata agli aspetti di informazione e comunicazione degli elementi conoscitivi a supporto della pianificazione di attività di prevenzione primaria e di promozione della salute dei bambini, in linea con quanto previsto dagli impegni stabiliti nelle conferenze europee su ambiente e salute per l’infanzia (WHO/Europe, 2004; WHO/Europe, 2010).

Per leggere l’atto:
https://parlamento17.openpolis.it/atto/documento/id/482856

CONDIVIDI SU